I TRE TIAO


I TRE TIAO

Nel percorso di Qi Gong ogni esercizio semplice o meno che sia, preclude tre caratteristiche che vengono costantemente controllate dal soggetto. Sono i tre TIAO, le tre regolazioni: 

  • Tiao Shen regolazione del corpo, 
  • Tiao Xi regolazione del respiro 
  • Tiao Xin regolazione di mente-cuore.


Tiao shen: regolazione del corpo: 

La regolazione del corpo è un lavoro riferito alla postura e alla riduzione delle eventuali tensioni muscolari al fine di ottenere un buon rilassamento fisico, permettendo così un corretto scorrimento dell’energia. Se il corpo non si rilassa, con il tempo, il QI si disordina dando così la possibilità alla malattia di maturare. Regolare il corpo “Tiao Shen” significa lasciar scorrere il Qi, la tensione nel corpo significa ostacolarne il corretto fluire.


Tiao XI: regolazione del respiro 

Si tratta di ottenere la cosiddetta vera respirazione, che dev’essere: 

Leggera: il respiro deve diventare così regolare e leggero da non essere avvertibile, sottile leggero e lieve come un filo di seta. 

Profonda: può essere definita come la “completezza” o la capacità di “trapassare”; in grado di arrivare a muovere tutta la capacità polmonare, con larga ampiezza. 

Lunga: infine deve essere lunga, che non è altro che il risultato di una respirazione leggera e profonda.

Nell’allenamento della respirazione si arriva a controllare questi tre aspetti permettendo così l’ingresso nella vera pratica del Qi Gong. Una respirazione autentica permette di portare il Qi al capo con l’ispirazione e ai piedi con l’espirazione: “con l’ispirazione ci si collega al cielo e con l’espirazione alla terra”. Tuttavia pratiche differenti richiedono diverse modalità di respirazione.


Tiao Xin : regolazione mente / cuore

“Xin” è un termine che per i Taoisti indica “l’attività più elevata del pensiero”. L’attività di mente / cuore, perché la MTC considera il pensiero (mente) un’attività collegata alla funzione energetica cuore. La regolazione del cuore è un aspetto particolarmente impegnativo nella pratica del Qi Gong, poiché se non si regola e si calma l’attività mentale, difficilmente si può arrivare ad un buon livello di concentrazione. Nella MTC mente/cuore e corpo (l’aspetto fisico, materiale del corpo) non si separano mai dato che l’attività psichica-mentale influenza costantemente il corpo. Un soggetto incavolato non mangia volentieri, si sente come un nodo allo stomaco, quando la condizione mentale migliora ossia l’individuo si calma oppure non è più incavolato egli mangia volentieri…

#Qi Gong; #Tai chi; #Energia; #QiGongVerona; #Benessere;